Letteratura

Ancora sulla poesia

Torno sul post di ieri. La “convenzionalità” della poesia erotica può essere compresa da alcuni esempi della nostra tradizione letteraria.

I poeti della Scuola Siciliana di Federico II cantano di donne con occhi celesti, capelli biondi e carnagione chiara. Se penso a Palermo, al luogo fisico dove è situata la reggia di Federico (ora chiamata Palazzo dei Normanni), al quartiere circostante, Ballarò, alle persona che lo popolavano nel XIII secolo e lo popolano tuttora, immagino donne con caratteristiche somatiche molto diverse da quelle cantate dai poeti, immagino donne di carnagione scura, occhi castani, capelli neri (…e magari i baffi): nella migliore delle ipotesi, come esempio di donna siciliana tipo, mi viene in mente Maria Grazia Cucinotta ma non certamente quel tipo di figura femminile cantata dai poeti della scuola di Federico II.

E allora i vari Giacomo da Lentini, Pier delle Vigne e altri dove avrebbero conosciuto queste donne tanto cantate? E’ facile rispondere: sui libri dei poeti provenzali! I trovatori del secolo XII cantavano di donne “chiare” con caratteristiche normanne, i poeti siciliani avevano imparato da loro e “riusavano” le stesse …modelle. Ecco dunque un manifesto esempio di distacco tra la vicenda biografica del poeta e il modello femminile da lui cantato.

Stessa cosa fa Dante e la sua brigata di Stilnovisti, i modelli poetici sono sempre gli stessi, le donne con le caratteristiche nordiche presentate dai trovatori. Dante però è esplicito in questa cosa: nella canzone della Vita Nova Donne ch’avete intelletto d’amore si rivolge chiaramente alle donne che hanno una cultura (intelletto) che consenta loro di capire il discorso letterario fondato sull’amore.

Dunque il discorso poetico d’amore non è espressione di un sentimento individuale ma è una produzione letteraria che rispetta regole compositive codificate nel corso di una lunghissima tradizione che parte da Saffo (o poco prima) e attraverso i secoli, tocca Callimaco, Catullo, Dante, Petrarca, Leopardi fino ad arrivare a …Lucio Dalla e altri.

E proprio del compianto autore bolognese, gay dichiarato, vi dedico questa bella canzone.

 

Annunci
Standard

Una risposta a "Ancora sulla poesia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...