Letteratura

L’amore della morte

Ieri sera, nel blog di Luna mi sono imbattuto in una recensione su Cesare Pavese.Da lì sono passato ad ascoltare Verrà la morte e avrà i tuoi occhi, splendido testamento spirituale che l’Autore scrisse qualche tempo prima di togliersi la vita per amore.Gli occhi sono quelli di Costance Dowling, attrice americana, che Pavese conobbe a Roma a casa di amici. A Constance, come per un addio dedicò il romanzo La luna e i falò: “For C. – Ripeness is all“.

La voce è quella di Vittorio Gassman che aveva recitato in Riso amaro con Doris Dowling, sorella di Costance. I tre, dunque si conoscevano. Qui Gassman non recita, prega…

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi-
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola,
un grido taciuto, un silenzio.
Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno sapremo anche noi
che sei la vita e sei il nulla. Per tutti la morte ha uno sguardo.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
Sarà come smettere un vizio,
come vedere nello specchio
riemergere un viso morto,
come ascoltare un labbro chiuso.
Scenderemo nel gorgo muti.

Costance Dowling e Cesare Pavese

Costance Dowling e Cesare Pavese

 

 

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...