Minima

Carezzare un gatto …in tre step

Carezzare un gatto è attività squisitamente intellettuale.

Per poterne carezzare uno non basta amare i gatti ma è necessario esserne amati, cosa non del tutto scontata. E non basta amarne uno in particolare, ad es. il proprio, ma bisogna fare una professione di fede nei confronti dell’intero genere felino. Ogni gatto avverte se l’animale che gli sta di fronte è amico del suo genere o vuole semplicemente fare una carezza come fugace passatempo, in questo caso non è escluso che il gatto si neghi al contatto.venerdì 17_gatto nero

Superato questo esame il gatto si concede ma imponendo “la linea”: decide lui dove farsi carezzare e per quanto tempo.

Raggiunto questo obiettivo inizia il dialogo tra due animali di razza diversa nel quale l’uomo deve stare molto attento a soddisfare tutte le richieste dell’altro, carezzando le parti che il gatto desidera, stando attento a non pressare troppo o troppo poco e soprattutto a non toccare quelle parti che per motivi a noi ignoti non devono essere toccate. Pena …una graffiante zampata!

Annunci
Standard

Una risposta a "Carezzare un gatto …in tre step"

  1. Trude ha detto:

    Il gatto è misterioso come i sentimenti che suscita: non ho mai capito perché la gente o lo odia o lo ama. Hai mai incontrato un “indifferente” ai gatti?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...